Intro

POSTER BIRRIFICIO 2013

Abbiamo inventato la birra fermentata col lievito madre, utilizziamo ingredienti anche particolarissimi, ma produciamo anche birre in stile che hanno fatto la storia brassicola in Italia. Siamo forse poco attenti al marketing, poco presenzialisti, ma spacchiamo il capello in quattro per la qualità e non abbiamo paura di lasciare libere le briglie dell’ispirazione! Per questo gli appassionati (ma anche un pubblico più ampio) ci conoscono e ci stimano.” (Enrico Dosoli, birraio e fondatore del Birrificio Menaresta)

 

Se è vero che ci vantiamo di coniugare libertà di creazione e attenzione massima per ogni fase produttiva (qualità e originalità sono i nostri credo), l’autentica cifra Menaresta, presente in tutte le birre, anche le più complesse, è in realtà l’equilibrio e la bevibilità: tutto deve essere teso all’ottimale bilanciamento delle componenti e alla facilità di bevuta, per un sorso il più ampio possibile. La sfida alla seconda pinta è l’unica che vogliamo vincere.

Tutte le birre Menaresta sono, per scelta, ad alta fermentazione. Il nostro background è belga, successivamente angloamericano, e non vogliamo tradire le nostre origini per inseguire le mode. Ma non temiamo nessun confronto con le basse fermentazioni!

Grazie ai controlli serrati e all’uso, comunque sempre artigianale, della tecnologia, tutte le nostre birre, pur essendo non pastorizzate e non filtrate, hanno grande stabilità e lunga durata (in particolare le birre in bottiglia, dove si opera una leggera rifermentazione). Non facciamo uso di antiossidanti (solfiti e/o acido ascorbico) né di succedanei o estratti di malto e luppolo e tanto meno di aromi naturali (di luppolo o di altri ingredienti). Solo materie prime tal quali e tanta tecnica, passione e caparbietà. Orgogliosamente.

Tutta la produzione (amplissima!) è divisa in 3 linee:

  • le classiche (classiche per noi, in realtà le più originali), tra cui Bevera, Felina, San Dalmazzo, Scighera… in cui è prevalso, al momento dell’ideazione, l’aspetto creativo sullo stile birrario: birre quindi non catalogabili (ma facilissime da bere!), da cui emerge sempre un elemento particolare e fuori dal comune;
  • le speciali (stili da pub ma reinterpretati a nostro modo), tra cui tutta la gamma delle IPA e ben due imperial stout (la double ipa Verguenza e la black ipa 2 di picche sono le nostre più conosciute), ma anche rauch, saison, dubbel…;
  • le barricate (il massimo della nostra creatività e sperimentazione), tra cui Birra Madre, innovativa birra “lambic” fermentata con lievito madre da panificazione, unica nel suo genere!, e altre eccellenze immediatamente riconoscibili.

A queste si aggiungono birre single batch e collaboration beers, per una produzione in continuo divenire.

Il mare magnum della birra Menaresta!

 

8O3A0283 piccolo